top of page
  • Immagine del redattoreTeam studioerrediemme.it

Circolare redditi 2023

Gentile cliente


Come da oggetto, inviamo la consueta circolare relativa alla "campagna redditi" dell'anno 2023 (modelli Unico, Irap e 730, versamenti Imu).

E' possibile scegliere il disbrigo della pratica di persona, come di consueto, oppure online.

Siamo comunque a disposizione per chiarimenti, ringraziamo per la gentile collaborazione e porgiamo, frattanto, cordiali saluti.

 

Modelli Unico e Irap

Informiamo che il termine per il pagamento dei tributi a saldo sui redditi del 2022 e in acconto su quelli del 2023 è previsto per il 30 giugno (30 luglio con una maggiorazione dello 0,40%).

Il pagamento può essere suddiviso in rate mensili entro novembre, con interessi annui del 4%. Gli omessi versamenti, inclusi gli acconti, sono sanabili, dove ammesso, con il “ravvedimento operoso”.

L'invio telematico della dichiarazione dei redditi scade il 30 novembre.

Invitiamo i professionisti iscritti alle Casse di previdenza a richiedere l’eventuale consulenza e i dati necessari per il conteggio dei contributi dovuti e per l’invio telematico dei modelli previsti, dalla propria Cassa.

E' a regime l'esclusione dall'Irap per i lavoratori autonomi e le imprese individuali, che possono anche valutare il passaggio al/dal regime “forfettario” con imposta sostitutiva.

Ricordiamo che i lavoratori autonomi già pensionati possono periodicamente chiedere, a determinate condizioni, il ricalcolo della pensione.

Lo Studio è come di consueto a disposizione per ogni eventualità.

 

Modello 730

Il primo termine utile per la consegna del Modello 730, che consente a lavoratori dipendenti e pensionati il rimborso immediato di eventuali crediti d'imposta per l’anno 2022, è fissato al 30 settembre.
 

Versamenti Imu

Date le continue modifiche normative, la complessità della materia, nonché la sua grande varietà (ogni Comune “fa da sé”), per quanto riguarda i tributi municipali informiamo che, nostro malgrado, lo Studio potrà effettuare consulenza ed assistenza ai soli clienti che ne faranno richiesta.

In mancanza di richiesta nulla verrà fatto, presumendo che il cliente abbia già provveduto in autonomia ai necessari adempimenti.

Ci scusiamo per la categoricità dei termini, ma purtroppo questa è l’unica maniera che abbiamo per poter continuare ad assistere puntualmente coloro che lo richiedono. Rammentiamo inoltre che, in caso di richiesta di consulenza ed assistenza, le variazioni intervenute negli immobili a tutto il 2023 andranno tempestivamente comunicate.

 

Informazioni varie

Informiamo che, per la compilazione e l’invio di detti modelli fiscali, lo Studio, quale intermediario, potrà in ogni caso venire a conoscenza delle informazioni contenute nelle banche dati catastali e tributarie.

Alla sottoscrizione della dichiarazione dei redditi si potrà effettuare la scelta per la destinazione dell'8‰ dell'Irpef a scopi sociali e religiosi, del 5‰ al sostegno del volontariato e della ricerca e del 2‰ ai partiti politici.

 

Modalità di erogazione del servizio

Riteniamo necessario poter disporre dei documenti entro il mese di maggio.

Per i documenti contabili dell’anno 2022, bilanci e situazioni economiche di imprese e lavoratori autonomi, chiusi o consegnati dopo il mese di maggio, non ci sarà possibile redigere tempestivamente la dichiarazione dei redditi.


Disbrigo di persona

Per prenotare un appuntamento è possibile compilare il modulo bit.ly/2yJ6qyC.

Durante l'appuntamento potrete:

  • firmare l'incarico

  • segnalare variazioni

  • consegnare i documenti.

Disbrigo Online

Per conferire l'incarico e segnalare variazioni online è possibile compilare il modulo disponibile al link bit.ly/2KoeSWu o, preferibilmente, compilare il modulo precompilato (personalizzato) utilizzando il link ricevuto via email.

Nel modulo vanno indicate eventuali variazioni rispetto alla dichiarazione precedente.

Nell'email che avete ricevuto:

  • c'è allegata una scheda riepilogativa delle informazioni in nostro possesso

  • c'è un link al modulo precompilato (personalizzato).

Non garantiamo la corretta ricezione con altre modalità.

Per consegnare i documenti online è possibile compilare il modulo bit.ly/3an6e5r.

Compilando da cellulare è possibile fotografare i documenti.

Non garantiamo la corretta ricezione con altre modalità.

 

Principali novità

Le principali novità contenute nel modello REDDITI PF 2023, periodo d’imposta 2022, sono le seguenti:

  1. Modifica scaglioni di reddito e delle aliquote: sono state ridotte le aliquote IRPEF da applicare ai redditi da 15.000 euro a 50.000 euro ed è stato ampliato lo scaglione di reddito a cui si applica l’aliquota più alta del 43%;

  2. Rimodulazione delle detrazioni per redditi da lavoro dipendente: è stato innalzato a 15.000 euro il limite reddituale per poter fruire della misura massima della detrazione per redditi da lavoro dipendente pari a 1.880 euro. La detrazione spettante è aumentata di 65 euro se il reddito complessivo è compreso tra 25.001 euro e 35.000 euro.

  3. Rimodulazione delle detrazioni per redditi di pensione: è stato innalzato a 8.500 euro il limite reddituale per poter fruire della misura massima della detrazione per redditi di pensione pari a 1.955 euro. La detrazione spettante è aumentata di 50 euro se il reddito complessivo è compreso tra 25.001 e 29.000 euro;

  4. Rimodulazione delle detrazioni per redditi assimilati e altri redditi: è stato innalzato a 5.500 euro il limite reddituale per poter fruire della misura massima della detrazione per redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente e altri redditi pari a 1.265 euro. La detrazione spettante è aumentata di 50 euro se il reddito complessivo è compreso tra 11.001 e 17.000 euro;

  5. Modifica alla disciplina del trattamento integrativo: il trattamento integrativo è riconosciuto anche ai titolari di reddito complessivo compreso tra 15.001 euro e 28.000 euro a condizione che l’ammontare di alcune detrazioni sia di ammontare superiore all’imposta lorda;

  6. Detrazione per canoni di locazione ai giovani: ai giovani fino a 31 anni non compiuti, con un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro, è riconosciuta una detrazione pari al 20 per cento del canone di locazione. L’importo della detrazione non può eccedere i 2.000 euro;

  7. Credito d’imposta social bonus: per le erogazioni liberali agli enti del terzo settore è riconosciuto un credito d’imposta pari al 65 per cento dell’importo delle erogazioni stesse da utilizzare in tre quote annuali di pari importo. L’importo del credito d’imposta non può comunque essere superiore al 15 per cento del reddito complessivo;

  8. Credito d’imposta per attività fisica adattata: è riconosciuto un credito d’imposta per le spese sostenute per l’attività fisica adattata a coloro che ne fanno richiesta dal 15 febbraio 2023 al 15 marzo 2023 tramite il servizio web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate;

  9. Credito d’imposta per accumulo energia da fonti rinnovabili: è riconosciuto un credito d’imposta per le spese documentate relative all’installazione di sistemi di accumulo integrati in impianti di produzione elettrica alimentati da fonti rinnovabili, anche se già esistenti e beneficiari degli incentivi per lo scambio sul posto. Il credito è riconosciuto a coloro che ne fanno richiesta dal 1° marzo 2023 al 30 marzo 2023 tramite il servizio web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate;

  10. Credito d’imposta per le erogazioni liberali a favore delle fondazioni ITS Academy: per le erogazioni liberali in denaro alle ITS Academy è riconosciuto un credito d’imposta pari al 30 per cento dell’importo delle erogazioni stesse. L’importo del credito d’imposta è elevato al 60 per cento se le erogazioni sono effettuate a favore delle fondazioni ITS Academy operanti nelle province in cui il tasso di disoccupazione è superiore a quello medio nazionale. Il credito d’imposta è utilizzabile in tre quote annuali;

  11. Credito d’imposta per bonifica ambientale: se in possesso dell’attestazione rilasciata dal portale gestito dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (ex Ministero della Transizione ecologica), è possibile fruire del credito d’imposta spettante per le erogazioni liberali finalizzate alla bonifica ambientale di edifici e terreni pubblici;

  12. Destinazione dell’otto per mille: da quest’anno è possibile destinare una quota pari all’otto per mille dell’Irpef all’Associazione “Chiesa d’Inghilterra”;

  13. Detrazione al 75% delle spese sostenute dal 01° gennaio 2022 per il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche;

  14. Riduzione della detrazione al 60% delle spese sostenute nel 2022 per il bonus facciata.

Elenco dei documenti e dei dati necessari

Per evitare errori, omissioni o la perdita di benefici

Dati anagrafici

  • Modificazioni nello stato di famiglia (matrimoni, nascite e decessi) e nei familiari a carico.

  • Indicazione dei figli (convivenza, residenza, codice fiscale).

  • Eventuale ripartizione del carico per figli diversa dal 50% per ciascun genitore (va comunicato il reddito lordo di entrambi).

  • Carta d’identità e tesserino del codice fiscale, anche dei familiari a carico o comunque conviventi (solo se non sono già in nostro possesso, oppure se rifatti).

  • Variazioni di residenza o del codice fiscale.

  • Variazioni dei recapiti telefonici e dell’indirizzo e-mail e di Pec.

  • Ultima dichiarazione dei redditi presentata (solo se non è già in nostro possesso).

Redditi, patrimonio, acconti e ritenute

  • Attestazioni di pagamento degli acconti.

  • Attestazioni di pagamento Imu/Tasi.

  • Rogiti o contratti di leasing relativi ad immobili acquisiti o venduti, espropri e variazioni intervenute nelle rendite.

  • Redditi da attività agricole.

  • Valutazione di mercato delle aree divenute edificabili; rivalutazioni.

  • Denunce di successione.

  • Modelli Cu (ex Cud) per redditi di lavoro dipendente, pensione (*) e collaborazione, indennità, prestazioni periodiche, rendite, remunerazioni, somme per incrementi di produttività, ecc..

  • Somme a titolo di integrazione salariale percepite dall'Inps o da altri enti (cassa integrazione, mobilità, disoccupazione, infortuni, ecc.).

  • Certificazioni dei compensi percepiti (es. con ritenuta d'acconto).

  • Certificazioni delle ritenute subite da imprese (per lavori c/o condomini o agevolati Irpef).

  • Borse di studio.

  • Copie dei contratti di locazione e quietanze di incasso delle rate. Scelta o revoca della cedolare secca. Certificazioni delle ritenute subite.

  • Certificazioni e attestazioni degli utili e dei redditi da partecipazioni in società.

  • Atti di cessione di partecipazioni in società.

  • Redditi da utilizzo privato di beni aziendali (beni a soci e familiari).

  • Redditi da cessione di titoli ecc. non in regime di risparmio amministrato o gestito.

  • Canoni d’affitto e redditi da cessione d’azienda.

  • Attività estere (Ivafe) e movimentazioni di denaro con l’estero (Voluntary Disclosure).

  • Immobili situati all'estero (Ivie).

  • Indennità percepite per la perdita dell'avviamento.

  • Documenti relativi a riscatti di polizze vita.

  • Redditi d’impresa e di lavoro autonomo non gestiti contabilmente dallo Studio.

  • Imbarcazioni.

  • Rimborsi o compensazioni di oneri detratti.

  • Altri redditi e entrate.

(*) Nostro malgrado non siamo abilitati all'assistenza per i modelli RED-Inps.


Oneri (con pagamenti tracciabili)

Casa

  • Attestazioni per interessi passivi e canoni su mutui ipotecari e leasing immobiliari per l’acquisizione dell’abitazione principale; spese per intermediazione immobiliare.

  • Canoni di locazione per l’abitazione principale.

  • Spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio residenziale (ristrutturazione edilizia) e per la salvaguardia dei boschi, nonché per l’acquisto di immobili ristrutturati; spese per l’arredo degli immobili.

  • Spese finalizzate al risparmio energetico degli edifici esistenti (riqualificazione, pannelli solari, climatizzazione invernale, ecc.).

  • Superbonus 110%.

  • Bonus facciate.

  • Comunicazioni Enea ove previsto.

  • Spese per immobili invenduti da locare.

  • Spese per canoni di locazione/ospitalità sostenute da studenti universitari fuori sede.

  • Bonus verde, ecobonus, art-bonus, ecc. ecc.

Salute e famiglia

  • Spese sanitarie e di assistenza specifica, quali medicinali, analisi, prestazioni specialistiche e chirurgiche, protesi, assistenza disabili, ecc..

  • Spese sostenute per gli addetti all'assistenza personale e familiare. Contributi versati per gli addetti ai servizi domestici e d’assistenza familiare.

  • Spese per la frequenza di asili nido e per le mense scolastiche

  • Assegni periodici corrisposti al coniuge in conseguenza di separazione legale, scioglimento o annullamento del matrimonio.

  • Spese certificate di adozione di bambini stranieri.

  • Spese funebri.

  • Spese per il trasporto pubblico.

  • Spese veterinarie.

Previdenza

  • Contributi previdenziali e assistenziali obbligatori, volontari e riscatti (Inps artigiani, commercianti, gestione separata e agricoltori; casse di previdenza dei professionisti; Enasarco agenti e rappresentanti; Inail casalinghe; ecc.); i professionisti sono pregati di richiedere alla propria cassa di previdenza l'estratto dei versamenti deducibili.

  • Contributi e premi per la previdenza complementare e copie dei contratti (se non già in nostro possesso). Assicurazioni contro le calamità.

  • Premi per assicurazioni vita e infortuni (stipulate fino all'anno 2000) e assicurazioni morte e invalidità permanente (dal 2001) e copie dei relativi contratti (se non già in nostro possesso).

Istruzione, sport e tempo libero

  • Spese per la frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria pubblica o privata.

  • Agevolazioni docenti e ricercatori.

  • Spese per attività sportive praticate dai ragazzi.

  • Bonus vacanze.

Liberalità

  • In alcuni casi, certi tipi di erogazioni liberali a favore di: iniziative culturali, Onlus, istituzioni religiose, associazioni sportive dilettantistiche, partiti politici, enti e fondazioni per lo spettacolo e la musica, società di mutuo soccorso.

Altro

  • Indennità per la perdita dell'avviamento.

  • Imposte pagate all'estero.

  • Richiesta o restituzione di bonus o imposte (famiglia, produttività, straordinari, ecc.).

  • Altre spese detraibili o deducibili.

L’elenco completo degli oneri deducibili e detraibili è pubblicato nelle istruzioni del modello Unico 2023 consultabili sul sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Post recenti

Mostra tutti

Circolare redditi 2024

Gentile cliente Come da oggetto, abbiamo predisposto la consueta circolare relativa alla "campagna redditi" dell'anno 2024 (modelli Unico, 730, versamenti Imu). E' possibile scegliere il disbrigo dell

Legge di bilancio 2024

Riportiamo qui di seguito le principali novità tributarie introdotte dalla Legge di bilancio 2024. Cliccando sulle frecce accanto alle varie voci è possibile leggere un breve approfondimento. Restiamo

Comentarios


bottom of page