top of page
  • Immagine del redattoreTeam studioerrediemme.it

Circolare per il cliente 416

SOCIETARIO

Dal 2023 nuovi limiti per l'obbligo di revisione legale per s.r.l. e coop

Dal 2023 è pienamente in vigore il nuovo testo dell'art 2477 c.c., come modificato dal Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza.

La nomIna dell'organo di controllo o del revisore è ora obbligatoria se la società:

  • è tenuta alla redazione del bilancio consolidato;

  • controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti;

  • ha superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti:

    • totale dell'attivo dello stato patrimoniale: 4 milioni di euro;

    • ricavi delle vendite e delle prestazioni: 4 milioni di euro;

    • dipendenti occupati in media durante l'esercizio: 20 unità.

I bilanci di riferimento da considerare sono quelli relativi agli esercizi 2021 e 2022.

Le società a responsabilità limitata e le società cooperative devono quindi provvedere a nominare gli organi di controllo o il revisore e, se necessario, ad uniformare l'atto costitutivo e lo statuto alle disposizioni di cui al predetto articolo entro la data di approvazione dei bilanci relativi all'esercizio 2022.

L'obbligo di nomina dell'organo di controllo o del revisore cessa quando, per tre esercizi consecutivi, non è superato alcuno dei predetti limiti.

AGEVOLAZIONI

Riduzione contributi INPS 35% per forfetari entro il 28 febbraio

I contribuenti interessati a fruire dell'agevolazione contributiva prevista a favore dei contribuenti forfetari, che prevede una riduzione del 35% della contribuzione “ordinaria” alle Gestioni IVS artigiani e commercianti, introdotta dalla Legge n. 208/2015, devono inviare l'apposita istanza, a pena di decadenza, entro il prossimo 28 febbraio 2023.

Il comma 77 dell'art. 1 della Legge n. 190/2014 prevede che per i contribuenti forfetari iscritti alla gestione artigiani e/o commercianti, il reddito costituisce base imponibile per i contributi previdenziali, ma su tale reddito la contribuzione può essere ridotta del 35%.

L’adesione al regime previdenziale agevolato non è obbligatoria, ma sarà attivata solo a seguito di opzione del contribuente che decide di avvalersene, dopo aver valutato gli effetti di tale decisione sul proprio trattamento pensionistico, vista la penalizzazione in termini di accumulo di montante contributivo.

L’accesso al regime contributivo agevolato ha quindi natura facoltativa, previa presentazione di apposita istanza entro il 28 febbraio 2023.

Nell’effettuazione della valutazione è di fondamentale rilevanza l’età anagrafica del contribuente, per valutare in modo corretto gli effetti pensionistici di tale riduzione.

I soggetti che beneficiano della contribuzione ridotta del 35% per un periodo d’imposta possono continuare a beneficiare della riduzione contributiva anche per il periodo d’imposta successivo senza ulteriori adempimenti, a condizione che permangano i requisiti per avvalersi del regime forfetario e non abbiano rinunciato all’agevolazione contributiva.

Tregua fiscale: pubblicata la circolare "omnibus"

Agenzia delle Entrate, Circolare 27 gennaio 2023, n. 2/E

La legge di Bilancio 2023 ha previsto diverse norme che disciplinano la cosiddetta "tregua fiscale".

L'Agenzia delle Entrate, dopo la circolare n. 1/E/2023, con la quale ha fornito i primi chiarimenti relativi alla definizione agevolata delle somme dovute a seguito del controllo automatizzato delle dichiarazioni, con la circolare n. 2/E del 27 gennaio 2023, ha fornito ulteriori indicazioni in merito:

  • alla regolarizzazione delle irregolarità formali;

  • al ravvedimento speciale per le violazioni tributarie, all’adesione agevolata e alla definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento.

Nella circolare sono forniti altresì chiarimenti in merito alla chiusura delle liti tributarie e alla regolarizzazione degli omessi pagamenti di rate dovute a seguito di acquiescenza, accertamento con adesione, reclamo o mediazione e conciliazione giudiziale.

 

PRINCIPALI SCADENZE

Martedì 28 febbraio 2023

Imposta di bollo su fatture elettroniche

Termine per il versamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche emesse nel quarto trimestre 2022.

Soggetti obbligati all'emissione di fatture elettroniche soggette all'imposta di bollo.

Servizio Agenzia Entrate o Mod. F24

LIPE

Comunicazione dati liquidazioni periodiche IVA

Termine per la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA effettuate nel quarto trimestre 2022.

Soggetti passivi IVA obbligati alla presentazione della dichiarazione IVA o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche IVA.

Telematica


Comunicazione adesione regime contributivo agevolato - Regime forfetario

Termine per la presentazione all’INPS della domanda per aderire al regime contributivo agevolato previsto per i soggetti che hanno aderito al regime forfetario, a decorrere dall'anno in corso.

Persone fisiche ammesse al regime fiscale forfetario, esercenti attività di impresa, arti o professioni.

Telematica

Giovedì 16 marzo 2022

Certificazioni

Termine per l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate e per la consegna al percipiente delle CU2023 (anno 2022).

Entro la stessa data la CU va consegnata al dipendente.

Sostituti d'imposta

Telematica


Post recenti

Mostra tutti

Circolare per il cliente 444

IVA 31 maggio 2024: invio della comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA del I trimestre 2024 Scade il 31 maggio il termine per l’invio della comunicazione dei dati delle liquidazioni

Circolare per il cliente 443

IVA Depositari di scritture contabili: approvato il modello di cessazione incarico Agenzia delle Entrate, Provvedimento 17 aprile 2024, n. 198619 Con un Provvedimento del 17 aprile l'Agenzia delle Ent

Circolare per il cliente 442

IVA Entro il 30 aprile la presentazione del modello IVA TR per il primo trimestre 2024 Scade il 30 aprile il termine per la presentazione delle istanze per chiedere a rimborso o in compensazione il cr

Comentários


bottom of page